venerdì 20 ottobre 2017


Una bella notizia: COSEA AMBIENTE S.P.A. (il Gestore dei rifiuti nei Comuni della montagna bolognese e pistoiese) ha un nuovo Statuto e un Piano di sviluppo e
consolidamento.
Il Circolo LEGAMBIENTE SettaSamoggiaReno accoglie con favore la notizia apparsa nei giorni scorsi sulla stampa locale su COSEA Ambiente S.p.A., società interamente pubblica che gestisce la raccolta, il trasporto e lo smaltimento dei rifiuti per la montagna da Sambuca P. se a Marzabotto, in merito all’avvenuta approvazione di un nuovo Statuto e all’iter in corso per candidarsi, con un nuovo Piano Industriale, ad un rinnovo dell’affidamento “in house” per quindici anni.
La Società infatti si dimostra attenta all’Ambiente e da anni collabora con la nostra Associazione, mettendo a disposizione gratuitamente uomini, dotazioni e mezzi per la campagna annuale di “Puliamo il Mondo” con eccellenti risultati di raccolta e partecipazione di cittadini e volontari di associazioni ambientaliste.
Sono per noi diversi i motivi di soddisfazione.
Il primo è che un affidamento diretto ad una Società come COSEA Ambiente, partecipata al 100% da soli Comuni, rispetterebbe pienamente l’esito del referendum abrogativo del Giugno 2011 in merito alle “modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica”, con il quale si è manifestata la volontà dal popolo italiano di mantenere in mano pubblica i servizi essenziali, tra questi, quello della gestione dei rifiuti, per l’evidente importanza che il presidio ambientale del territorio e l’esclusione dello scopo di lucro rivestono nella gestione di tale servizio.
Il secondo motivo di soddisfazione per la presentazione di un nuovo Piano Industriale da parte di COSEA Ambiente riguarda invece l’attenzione ed evidentemente l’impegno della Società a tutelare l’occupazione in montagna, in contro tendenza rispetto
all’evoluzione cui quotidianamente assistiamo: si tratterebbe infatti di circa cento risorse umane tra dipendenti ed esterni; facile immaginare quale riflesso potrebbe avere per i lavoratori e per le loro famiglie la perdita o anche solo il trasferimento altrove di questi posti di lavoro, non solo per i diretti interessati, ma anche per il presidio stesso di un territorio, quello montano, che già da anni soffre per l’impoverimento di tutti i servizi offerti: di trasporto, ospedalieri, giudiziari, postali, oltre che di una fortissima crisi occupazionale.
In ambito Costituzionale desideriamo infine riprendere il concetto di “sussidiarietà verticale ed orizzontale”; con il primo, viene messa in luce l’esigenza di uno spostamento delle competenze (o il mantenimento delle stesse) verso gli enti più prossimi al cittadino e quindi più vicini ai bisogni del territorio e con il secondo, la necessità di garantire che il singolo abitante, o tramite aggregazioni locali che rappresentano momenti o spazi della società, possa essere utile alle Istituzioni, collaborare con esse, nel definire quanto necessario alla realtà a lui più prossima, non solo in senso fisico (la propria Comunità/Bene Pubblico).
Il nostro Circolo di LEGAMBIENTE seguirà accuratamente questo processo e le proposte che COSEA Ambiente avanzerà nel nuovo Piano Industriale, sia in termini ambientali, in particolare augurandosi un forte impegno nell’incremento della raccolta differenziata dei rifiuti, sia in termini occupazionali, invitando i Comuni proprietari della Società a fare valutazioni accurate sul futuro del territorio in questione.

domenica 24 settembre 2017

PULIAMO IL MONDO 2017: i nostri luoghi.


- Marzabotto -> Venerdì 22 Settembre ore 9.30 (Scuole)
- Anzola dell'Emilia -> Venerdì 22 Settembre ore 8.30 (Scuole), Sabato 23 Settembre (Strade)
- Casalecchio di Reno -> Venerdì 29 Settembre ore 9.30 (Stazione Garibaldi), Domenica 1 Ottobre (Casa per l'Ambiente, Parco Talon)
- Zola Predosa -> Sabato 30 Settembre ore 9.00
- Sasso Marconi -> Sabato 14 Ottobre
- Valsamoggia -> Venerdì 27 Ottobre
- San Benedetto VdS
- Monte San Pietro
(IN FASE DI AGGIORNAMENTO)

AAA CERCASI BICICLETTA USATA



Prendo l'iniziativa, dato che una giovane studentessa Legambientina di Casalecchio ha subito il furto della sua bicicletta!
Chiedo a ognuno di voi se avete una bicicletta usata, che non adoperate, da donare a questa ragazza per consentirle di continuare ad andare a scuola in bicicletta e spostarsi tra Casalecchio e Bologna.
La giovane socia, sarà il 1° ottobre a Puliamo il Mondo a Casalecchio, al Parco della Chiusa.
Le riusciamo a fare una sorpresa?
Claudio Corticelli
Presidente Circolo


giovedì 1 giugno 2017

La Flaminia Militare come pista di gara del "ULTRA-TRAIL Via degli Dei"


300 atleti per centoventicinque chilometri da Bologna e Fiesole con lo zaino sulle spalle su
la VIA degli DEI e la strada romana FLAMINIA MILITARE
10 volontari del Circolo di Legambiente SettaSamoggiaReno saranno a presenziare 10 punti di 67 totali, della corsa da Bologna a Fiesole, che 300 atleti percorreranno velocemente sui crinali delle montagne che ricordano gli dei, Adone, Venere, ma sopratutto correranno sui selciati posati 22 secoli orsono dai legionari e dagli schiavi liguri vinti dai soldati romani capeggiati dal console repubblicano Caio Flaminio.
La corsa parte il 2 Giugno alle 22,00 da Bologna in Piazza Maggiore, e arriverà il 3 Giugno al Teatro Romano di Fiesole, previsto per i vincitori circa per le 10,00 di mattina.


giovedì 4 maggio 2017